Come essere pubblicato come studente universitario: leggi prima di pubblicare

by CJ McDaniel // Febbraio 23 // 0 Comments

L’editoria è più volte associata a studenti di master e dottorandi. Gli anni universitari comportano molto stress accademico. Ci sono compiti da consegnare, progetti di gruppo, test ed esami. L’obiettivo di uno studente universitario è finire la scuola con successo e difficilmente pensa di condividere il suo lavoro accademico oltre la classe.

Solo gli ambiziosi si avventureranno in requisiti non di laurea come la pubblicazione di lavori accademici. Se hai mai pensato di pubblicare o non sai come procedere, continua a leggere per ottenere indicazioni sulla pubblicazione e su come superare gli ostacoli che potresti incontrare.

Cos’è la pubblicazione?

Come studente universitario, devi consegnare un documento di ricerca, che fa parte del tuo curriculum. Questo documento sarà esaminato e valutato dal tuo supervisore. Anche altri professionisti in quel campo lo esamineranno. Se il tuo documento soddisfa i requisiti indicati, gli forniranno un punteggio, che lo concluderà.

Alcuni documenti di ricerca possono essere di importanza scientifica o accademica e dovrebbero essere messi a disposizione del pubblico. Puoi farlo nei diari dopo che deve essere stato modificato. Quando tale articolo diventa disponibile in una rivista per il grande pubblico, viene pubblicato.

Perché pubblicare?

Ci sono diversi motivi per cui potresti voler pubblicare come studente universitario. Potrebbe essere quello di contribuire allo sviluppo di un’area in cui hai un particolare interesse. Se hai fatto molte ricerche su un documento accademico, potresti anche voler mostrare il tuo lavoro affinché gli altri possano vederlo e imparare da esso.

Cosa pubblicare

Sarebbe meglio se pubblicassi solo su un argomento che hai una buona conoscenza. La scelta di un argomento in un’area di interesse personale aiuterà a rimuovere la noia che deriva dal dedicare lunghe ore a un progetto.

Un’area di interesse renderà anche il progetto più divertente del lavoro. Naturalmente, quando lavori su qualcosa che ami, ottieni risultati migliori. Ricorda che la tua pubblicazione avrà il tuo nome su di essa.

Le persone potrebbero avere un’opinione su di te in base alla tua pubblicazione. Questo è il motivo per cui dovresti stare attento nella scelta di un argomento. Fai una ricerca adeguata, leggi su quell’area e ottieni anche indicazioni da professionisti in quel campo.

Ciò che pubblichi dovrebbe essere originale e dare un contributo significativo a quel campo. Non può essere un semplice rafforzamento del lavoro di un altro a meno che non si faccia un argomento da una prospettiva completamente nuova.

Quando pubblicare

Se sei ancora uno studente universitario, non avere fretta di essere pubblicato. Il tuo lavoro scolastico è essenziale e non dovresti sacrificarlo per un progetto collaterale. La pubblicazione richiederà il tuo tempo, quindi dovresti essere sicuro di avere tempo libero prima di iniziare. Non avere abbastanza tempo potrebbe farti affrettare il tuo lavoro. Il risultato è un lavoro tardivo e potresti non esserne orgoglioso. Sii paziente di esaminare gli aspetti teorici e pratici della tua ricerca prima di concludere.

Dove pubblicare

Ci sono diverse riviste accademiche e non accademiche che potresti mostrare il tuo lavoro. Puoi parlare con i tuoi docenti per sapere cosa leggono e cosa citano spesso. Questo ti darà un’idea di quale ha una portata più ampia. La qualità e l’obiettivo del tuo lavoro determineranno anche il luogo appropriato per pubblicarlo.

Diverse riviste hanno diverse aree di interesse. Le riviste disciplinari si concentrano su varie discipline come storia, diritto, politica e il resto. Le riviste tematiche sono basate su temi, indipendentemente dal campo del tema. Le riviste delle aree di studio si limitano a particolari regioni.

Alcune di queste riviste sono online per una portata più ampia. Quando decidi su una rivista, leggi i loro articoli per conoscere il formato giusto per il tuo. Queste riviste avranno i loro requisiti per pubblicare il tuo articolo; Assicurati che il tuo lavoro li soddisfi.

Esempi di riviste di ricerca universitarie

La maggior parte dei dipartimenti universitari ha riviste. Alcuni di loro sono aperti alle iscrizioni di studenti di altre università. Tutto quello che devi fare è soddisfare i loro criteri di valutazione. Per lo studente universitario, questo può essere un buon punto di partenza. Alcuni di loro sono elencati di seguito:

  1. American Journal of Undergraduate Research (State University of New York, Oswego)
  2. Columbia Undergraduate Science Journal (Columbia University)
  3. Forbes & Fifth (Università di Pittsburgh)
  4. Journal of Integrated Social Sciences (California Lutheran University)
  5. Dartmouth Undergraduate Journal of Science (Dartmouth College)
  6. The Stanford Undergraduate Research Journal (Stanford University)
  7. America digitale (Università di Richmond)
  8. Michigan Journal of Business (Università del Michigan)
  9. Penn Undergraduate Law Journal (Università della Pennsylvania)
  10. The Oswald Review: An International Journal of Undergraduate Research and Criticism in the Discipline of English (University of South Carolina, Aiken).

Come pubblicare

Scegli un argomento –

La prima cosa è scegliere un argomento su cui scrivere. Tutto il resto dipende da questo. Ti guiderà nella scelta del tuo supervisore e dell’area in cui dovresti andare a cercare informazioni. Il tuo argomento è anche un fattore determinante di dove verrai pubblicato. Scegli un’area di tuo interesse.

Potrebbe essere nuovo o già esplorato, nel qual caso, lavorerai per portare una nuova prospettiva. Se non si dispone di risorse adeguate su tale argomento, è possibile prendere in considerazione la possibilità di cambiarlo.

Scegli un supervisore –

Mentre potresti avere diverse persone che ti guidano attraverso il tuo lavoro, hai bisogno di una persona che ti supervisioni. Il tuo supervisore dovrebbe essere qualcuno esperto in quel campo. Dovrebbe anche essere qualcuno che ha il tempo di occuparsi di te. Un professore molto impegnato non sarà di grande utilità se non lo incontri mai per ottenere un coaching.

Metti al lavoro –

Essere pubblicati è un duro lavoro, quindi come studente universitario avrai bisogno di pazienza e dedizione per portare a termine il lavoro. La pubblicazione comporta la raccolta e l’analisi di dati, molti esperimenti che potrebbero andare storti e richiedono di ricominciare tutto da capo.

Devi leggere molto materiale correlato. La lettura ti aprirà gli occhi sulle diverse prospettive su quell’argomento. Imparerai anche come presentare il tuo lavoro e citare correttamente i riferimenti . Una volta partito, non puoi permetterti di essere pigro o scialbo. Il tuo supervisore si aspetta che tu ti presenti alle riunioni e esegua le istruzioni che ti sono state date.

Rivedi il tuo lavoro –

È possibile commettere errori grammaticali durante la scrittura. Esamina il tuo manoscritto molte volte per verificare la presenza di questi errori. Puoi anche chiedere agli amici e ai tuoi anziani di recensirlo. Infine, il tuo supervisore dovrebbe rivedere il tuo lavoro e approvarlo per pubblicarlo.

Decidi dove pubblicare –

Il tuo lavoro potrebbe essere buono ma non appropriato per una particolare rivista. Dovresti avere una buona conoscenza del diario che scegli e di ciò che si aspettano. Conoscere il loro standard, il loro processo di valutazione e lavorare per soddisfarli. Decidi dove vuoi pubblicare il tuo lavoro.

Le sfide nell’editoria universitaria

L’editoria, come ogni altro progetto, presenta delle sfide. Per lo studente universitario, queste sfide possono sembrare scoraggianti. Alcuni di loro includono:

Mancanza di interesse:

Come giovane adulto che probabilmente esplora la libertà per la prima volta, l’ultima cosa a cui pensare è il lavoro accademico extra. Se riescono a superare i test e gli esami, nient’altro conta. Questo è il motivo per cui ti consigliamo di scegliere un argomento di interesse nella tua ricerca universitaria.

Difficoltà nel trovare un supervisore adatto:

Affinché lo studente abbia successo a pubblicare il suo lavoro, ha bisogno di un eccellente supervisore che gli mostri le corde. Ottenerne uno che abbia la conoscenza e anche il tempo può essere difficile. Senza un buon supervisore, l’Undergrad difficilmente può avere successo. La direzione scolastica dovrebbe mettere in atto programmi di mentoring e accoppiare studenti con anziani e docenti. Ciò rende più facile sviluppare un rapporto di lavoro in caso di necessità.

Indisponibilità di materiale di ricerca:

Un buon argomento può soffrire di scarsa esposizione a causa del materiale limitato. L’Undergrad potrebbe non voler fare il miglio supplementare dove queste risorse non sono prontamente disponibili. La scuola dovrebbe fornire un ambiente favorevole che incoraggi la ricerca universitaria.

Conflitto con Schoolwork:

Lo studente universitario ha già un sacco di lavoro scolastico da gestire. C’è un’alta probabilità che questo progetto collaterale sia in conflitto con esso. La capacità di gestire il tempo sarà di grande aiuto. Il supervisore può aiutare a redigere un programma che darà spazio a entrambe le attività.

Rifiuto dalle riviste:

Come studente universitario, c’è sempre il rischio di vedere la tua pubblicazione rifiutata. Questo può non essere molto incoraggiante, soprattutto quando uno studente si è sforzato di portare a termine il lavoro. Il supervisore dovrebbe esaminare attentamente il lavoro prima di approvarlo per la pubblicazione. Lo studente universitario dovrebbe anche essere incoraggiato a leggere i processi di valutazione, in modo che non siano all’altezza.

Conclusione

Se sei uno studente universitario e decidi di pubblicare, devi metterti al lavoro. La pubblicazione richiede di dedicare ore extra al di fuori del tuo lavoro accademico. Sarebbe meglio se non lo facessi in fretta. La pazienza è la chiave. Sii paziente per ottenere tutti i tuoi fatti giusti. Chiedi chiarimenti e ottieni idee da altri che hanno esplorato argomenti simili. Quando la tua pubblicazione è uscita, dovrebbe valere la pena il tuo sforzo e renderti orgoglioso.

About the Author

CJ grew up admiring books. His family owned a small bookstore throughout his early childhood, and he would spend weekends flipping through book after book, always sure to read the ones that looked the most interesting. Not much has changed since then, except now some of those interesting books he picks off the shelf were designed by his company!