Un milione di lettori e il conteggio

by CJ McDaniel // Luglio 19 // 0 Comments
Questo guest post è stato scritto da LimeLady, per saperne di più da Limelady leggi
Unconsecrated Ground
e il romanzo successivo,
Best Served Cold
.

Immagino che quasi tutti gli scrittori in erba siano stati lì. Il manoscritto fu terminato, lucidato fino all’estinzione e presentato al fortunato editore. Poi, dopo un’attesa angosciante con fiducia che si prosciuga di ora in ora, arriva: la temuta lettera di rifiuto.

È facile dire a te stesso che l’editore ha torto, che J K Rowling ha avuto una dozzina di rifiuti prima che il suo primo Harry Potter fosse accettato. Ma i dubbi inevitabilmente si insinuano.

Nella mia esperienza le lettere di rifiuto sono doppiamente fastidiose; Ti rifiutano senza dirti nulla. “Al momento non stiamo assumendo nuovi autori”, dicono, o “non pensiamo che la tua idea funzionerà come romanzo”. Il feedback effettivo è praticamente zero. Inizi a chiederti se tutte quelle opinioni positive che avevi in precedenza fossero solo amici e familiari educati.

Sì, i dubbi si insinuano.

La mia soluzione alla crisi di fiducia è stata semplice. Mi metterei alla prova inviando un racconto a un sito di lettura gratuita su Internet. E farei bene a rendere il test il più rigoroso possibile; Mi sottometterei in un genere lontano anni luce dalla mia norma.

Fai anni luce e anni luce.

Sorso!

A questo punto alzerò la mano e ammetterò che avevo in mente un’eroina adatta. “Heather” è apparsa nel mio primo (rifiutato) romanzo poliziesco/thriller, Unconsecrated Ground. Inizialmente doveva essere solo una piccola parte: la fidanzata piuttosto altezzosa e viziata del protagonista, destinata ad essere uccisa quando esplose in un turbinio di violenza. Ma pianificare e scrivere possono essere bestie diverse, no? Mentre gli altri miei personaggi seguivano coscienziosamente i loro copioni, Heather non lo faceva.

Infatti ha strappato il suo dopo le prime due righe.

In nessun modo se ne andava tranquillamente; o affatto, vieni a quello.

Sul lato positivo c’eravamo; Un genere completamente diverso dal solito e una protagonista già pronta. Cosa potrebbe andare storto?

Il problema era: Heather non si adattava facilmente al suo nuovo ruolo.

Ho riflettuto su questo per un po ‘poi ho deciso di diamine. Heather non era altro che controversa; Il suo essere un po’ fuori dall’ordinario era solo un altro ostacolo da superare, non è vero?

Dopo una piccola ricerca online ho scritto una nuova storia da zero, anche se aiutata e incoraggiata da un personaggio che conoscevo a fondo. E mi sono assicurato che la storia avesse una trama. Oltre ad avere una vita personale complicata, Heather salvava continuamente gli amici dai malvagi spacciatori di droga.

Finalmente soddisfatto che i miei sforzi fossero perfettamente puliti, mi sono sottoposto a un sito che ha permesso ai lettori di aggiungere ai preferiti, segnare e (soprattutto) commentare. E fare quella sottomissione è stata la cosa più spaventosa che abbia mai fatto. Fidati di me; Fare una presentazione importante di fronte a un pubblico ampio e critico è un gioco da ragazzi rispetto a fare quelle poche battute.

Ero un impostore. Stavo scrivendo di cose di cui non avevo alcuna conoscenza pratica.

Il mio personaggio principale doveva essere una comparsa.

Non ero nemmeno una ragazza. . .

Il sito ha impiegato due o tre giorni per controllare il mio lavoro. Sembravano impiegare un’eternità. Ero convinto di essere stato respinto a priori. Ho controllato la loro lista di storie approvate ogni poche ore, senza vedere nulla. Poi, sul punto di smettere, ho controllato un’ultima volta e la mia storia era lì, pronta per essere letta.

Ed era stato favorito.

Già!

Adulazione e rassicurazione a parte, ecco il punto cruciale di questo articolo: oltre a vedere punteggi molto più alti rispetto alla maggior parte delle altre storie pubblicate di recente, ho iniziato a ricevere feedback.

“Non era quello che mi aspettavo, era molto meglio.”

“Era troppo lungo.”

Solo un paio di soccorritori hanno espresso preoccupazione per Heather. Molti ammiravano apertamente il modo in cui affrontava la vita (praticamente come un toro a un cancello).

Ascolta e impara, mi sono detto, non necessariamente ascoltando ogni parola di ogni commento, ma prendendo tutto in considerazione; Conservare tutto per riferimento futuro.

E c’era di più. Alcuni lettori hanno approfittato dell’opzione per inviarmi direttamente un’e-mail; molti pensavano che fossi femmina e sono diventati piuttosto suggestivi.

Li ho delusi il più educatamente possibile.

Beh, non puoi vincerli tutti, vero?

Incoraggiato dalla reazione del mio pubblico critico (mirato), ho presentato una seconda parte e . . .

Bene, ora eccomi qui, con settanta racconti pubblicati e oltre un milione di letture. Ho risposto a ogni commento e ho reagito a ogni aspetto negativo e positivo. E ho fatto del mio meglio per adattarmi agli aspetti negativi, ovviamente.

Un trucco che ho imparato all’inizio è stato quello di registrare i progressi delle mie storie. Ho creato un semplice foglio di calcolo Excel, registrando le prestazioni di ciascuno su base giornaliera. Da questo posso vedere cosa sta facendo bene e cosa non sta facendo così bene. È incredibile quello che puoi dedurre dalle prime letture di una nuova presentazione. Ad esempio, il numero di letture è sicuramente influenzato dal titolo e dal sottotitolo. Quando conosci il tuo mercato puoi usarlo, ovviamente.

Parlando di mercati, ho pubblicato su altri siti e altri generi con risultati simili. Sento di essere cresciuto come scrittore e continuo a crescere. Può sembrare banale, ma il mio obiettivo è migliorare solo un po’, ogni giorno in ogni modo.

sì, lettori più anziani, io e Frank Spencer!

La mia soluzione potrebbe non essere la tazza di tè di tutti, ma credo che gli autori non pubblicati possano trarre beneficio dall’esporsi alle critiche. Credo anche che, con l’avvento di internet, le opportunità di essere esposti siano infinite. Molti dei siti sono gratuiti e molti hanno uno zoccolo duro di visitatori abituali che sono fin troppo felici di segnare e commentare.

Non sto suggerendo che tutti dovrebbero rivolgersi a un pubblico radicalmente diverso dalla loro norma. Suggerirei che un autore dovrebbe rivolgersi a un mercato in cui si sente a suo agio ma è leggermente fuori dalla sua zona di comfort.

Provaci!

terreno non consacratoEcco una confessione per te: non sono sicuro se “LimeyLady” sia uno pseudonimo o il mio alter ego. Nel 2016, quando è nata, era sicuramente un nom de plume. Ora, tuttavia, non ne sono così sicuro.
Ho sempre scritto storie ma, fino al 2009, la scrittura è passata in secondo piano, molto indietro rispetto alle esigenze della mia famiglia e della mia carriera. Poi una condizione medica che cambia la vita. . . Beh, ha cambiato tutto per e su di me. All’improvviso ho avuto / ho tempo da perdere. All’improvviso stavo / sto sfornando una storia dopo l’altra.
Per saperne di più da LimeyLady, leggi
Unconsecrated Ground
e il romanzo successivo,
Best Served Cold
.

 

About the Author

CJ grew up admiring books. His family owned a small bookstore throughout his early childhood, and he would spend weekends flipping through book after book, always sure to read the ones that looked the most interesting. Not much has changed since then, except now some of those interesting books he picks off the shelf were designed by his company!