Le 6 W di una fantastica rete di autori

fisher
by CJ McDaniel // Febbraio 28 // 0 Comments
Questo guest post è stato scritto da David J.P. Fisher. David è un esperto nella costruzione di relazioni efficaci sia online che offline che aiutano a far progredire il business in questo mondo iperconnesso. Visita il suo sito Web all’indirizzo davidjpfisher.com o connettiti con lui su Twitter all’indirizzo https://twitter.com/dfishrockstar per ulteriori strumenti e suggerimenti su networking, social media e vendite.

La maggior parte degli sforzi di marketing del libro si concentra sulla connessione e sul coinvolgimento con potenziali lettori, il che ha senso. Sono il consumatore finale della tua scrittura. Ma se ti concentri solo sui tuoi lettori, perdi le connessioni più potenti che possono supportare la tua carriera di autore: i tuoi colleghi autori

Concentrarti sulla costruzione di una rete solida e attiva di autori intorno a te può essere una spinta enorme per la tua carriera di scrittore. Puoi sfruttare in modo massiccio il tuo tempo di marketing impegnandoti con autori che stanno facendo la tua stessa cosa.

Con chi dovresti fare rete?

Prima di iniziare a raggiungere le persone, ha senso sviluppare un piano. Vuoi essere strategico con chi ti connetti. Non limitarti a connetterti con le persone che incontri.

Troppo spesso, gli autori pensano di dover connettersi con Stephen King, J.K. Rowling o Malcolm Gladwell per beneficiare di una forte rete. Questo non potrebbe essere più lontano dalla verità. Connettersi con grandi nomi non è un biglietto gratuito per il successo. Ed è difficile raggiungere i grandi nomi perché sono occupati.

Invece, guarda il grande gruppo di autori che stanno facendo lo stesso sforzo per costruire le loro capacità di scrittura, pubblico e carriera come te. Non sono la tua concorrenza, sono i tuoi colleghi. Ci sono migliaia di autori là fuori che giocano il loro mestiere, e sono brave persone da conoscere.

Cos’è una rete di buoni autori?

Una rete di successo è una rete di relazioni reciprocamente vantaggiose. Dicono che una marea crescente solleva tutte le navi. Vuoi essere in grado di contribuire agli altri tanto quanto vuoi trovare modi in cui le tue connessioni possono aiutarti. Se ti avvicini alla costruzione della tua rete con una mentalità “cosa c’è in esso per me”, farai fatica.

Ma cercando modi per aiutare gli altri, ti toglie lo stress. Se stai solo cercando di “prendere”, le persone perderanno fiducia in te e ignoreranno le tue aperture. Ma se trovi modi per creare valore per gli altri, creerai capitale sociale e investirai nella relazione. Quindi, quando hai bisogno di aiuto con qualcosa, la tua rete sarà felice di immergersi.

Perché hai bisogno di costruire la tua rete di autori?

Questo non è un esercizio di benessere. Una solida rete di autori che ti circonda può essere molto utile. Queste persone stanno lavorando sulle tue stesse sfide e molti hanno obiettivi simili. C’è molto da guadagnare:

  • Supporto marketing – Questo è uno dei primi motivi per cui potresti voler costruire la tua rete di autori. È fantastico avere altri autori che possono aiutarti con il marketing e la promozione del tuo libro. Possono fornire copertine, shout-out ai loro lettori o accedere a opportunità promozionali. Ma ricordati di aiutare anche loro!
  • Collaborazione – Anche se non è adatto a tutti, ci sono molti modi per lavorare insieme quando si scrive. Potresti scrivere un articolo insieme per un blog popolare, darti un feedback reciproco o persino lavorare su un libro insieme. E altri autori sono grandi fonti di riferimento per esperti come editori, designer di copertine, marketer e simili.
  • Commiserazione – Scrivere può essere uno slog solitario e impegnativo. Spesso sei solo tu, una tazza di caffè (o whisky, a seconda dell’ora del giorno) e uno schermo vuoto. I tuoi amici e la tua famiglia potrebbero cercare di tirarti su di morale quando ricevi il blocco dello scrittore. Ma un altro autore sa come si sente quel panico. È bello avere un orecchio comprensivo che capisca veramente.

Dove (e come) costruisci la tua rete?

Ci sono innumerevoli modi per incontrare nuove persone e coltivare le relazioni che hai. La cosa più importante da fare è tenere gli occhi aperti. Ad esempio, se vuoi contattare nuovi autori:

  • Quasi tutti gli autori hanno un sito web con una pagina di contatto. Invia loro un breve messaggio di presentazione, soprattutto se hai letto uno dei loro libri.
  • La maggior parte delle aree ha incontri locali per autori o creativi. Fermati e saluta alcune persone.
  • Nonostante tutto il dibattito sulle piattaforme di social media, ci hanno dato un grado di accesso più alto che mai. Unisciti a un gruppo di scrittori su Facebook o Linked e partecipa alla conversazione.
  • Vai a una conferenza di marketing di scrittori o libri e inizia le conversazioni con le persone nella sala tra una sessione e l’altra.
  • Ascolta i podcast che intervistano gli autori e raggiungi quelli che risuonano con te.

Ma non è tutto. L’invio di un’e-mail o di un tweet non è networking. La chiave arriva nel follow-up.

  • I social media possono essere un ottimo punto di partenza e di una conversazione che non richiede molto tempo o energia.
  • Chiedi se vogliono prendere un caffè o un pranzo (se locale) o una telefonata di 20 minuti in caso contrario. Consideralo un “primo appuntamento” in cui puoi scoprire l’uno dell’altro e i progetti su cui stai lavorando.
  • Scrivi un’e-mail o invia loro un tweet o un testo di tanto in tanto per effettuare il check-in.
  • Aiuta a promuovere uno dei loro progetti senza che loro lo chiedano.

Quando dovresti iniziare?

Ieri. O se non hai accesso a una macchina del tempo: oggi! Uno degli ingredienti chiave nella costruzione di una rete di relazioni con altri autori è il tempo, perché non è possibile cortocircuitare il processo di costruzione delle relazioni. Inizia subito a investire nella tua rete. Anche se non hai un libro che stai scrivendo o commercializzando, lo farai in futuro.

Immagina la prossima volta che stai cercando una copertina per il tuo libro. Invece di contattare qualcuno per la prima volta e sperare che ti dedichino il loro tempo e attenzione, invii semplicemente un’e-mail a qualcuno che conosci da alcuni anni. “Ehi! Il mio nuovo libro si sta finalmente preparando per essere pubblicato. Sei bravo a fare ancora il blurb di copertina?”

È una bella sensazione, ed è una bella sensazione aiutare qualcun altro che hai conosciuto. Ma ci vuole concentrazione ed energia in anticipo. Devi investire nella tua carriera. Arrivateci, e buon networking!


David J.P. Fisher (D. Fish) è relatore, coach e autore di 7 libri, tra cui il best-seller
Hyper-Connected Selling: Winning More Business by Leveraging Digital Influence and Creating Human Connection
and
Networking in the 21st Century: Why Your Network Sucks and What to Do About It
. È anche uno scrittore per piattaforme online come Forbes, LinkedIn Marketing Solutions e Salesforce.com.

Basandosi su 20 anni di esperienza come imprenditore e professionista delle vendite, combina strategia sfumata e tattiche del mondo reale per aiutare i professionisti a diventare più efficaci, efficienti e felici. Li aiuta a comprendere il nuovo panorama della vendita iperconnessa, in cui i social media, il networking e le capacità di vendita e comunicazione della vecchia scuola sono la chiave per fornire valore e rimanere pertinenti.

A seconda del giorno e dell’ora, è un oratore, allenatore, venditore, scrittore, meditatore, marketer, musicista, figlio, amico, fratello, poeta slam, chiaroveggente, comico, ballerino di salsa, amante della vita, narratore di brutte barzellette, appassionato di yoga e cuoco medio. Vive a Evanston, Illinois, vicino a un enorme cimitero che lo aiuta ad apprezzare il valore di ogni giorno.

Puoi ottenere ulteriori informazioni su davidjpfisher.com/blog o connetterti con lui a twitter.com/dfishrockstar e linkedin.com/in/iamdfish. I suoi libri sono disponibili su Amazon in versione cartacea, ebook e audio. E puoi persino ascoltarlo sul suo podcast su BeerBeatsandBusiness.com.

About the Author

CJ grew up admiring books. His family owned a small bookstore throughout his early childhood, and he would spend weekends flipping through book after book, always sure to read the ones that looked the most interesting. Not much has changed since then, except now some of those interesting books he picks off the shelf were designed by his company!