Idee per il titolo di un libro di poesia: suggerimenti per i poeti

by CJ McDaniel // Febbraio 26 // 0 Comments

Scrivere un titolo killer per il tuo libro di poesie può essere impegnativo. Il titolo aiuta a catturare l’attenzione del lettore. Quindi, contribuisce in modo massiccio al successo di un libro di poesie. Ecco perché molti poeti passano più tempo a pensare alle idee per i titoli dei libri di poesia. Alcuni creano una dozzina di titoli per un libro di poesie per scegliere quello più accattivante.

Tuttavia, il titolo di un libro è fondamentale. Ma non dovrebbe impedirti di scrivere il tuo primo romanzo di poesia. In questo post, abbiamo delineato i modi in cui puoi scrivere idee di titoli killer. Continua a leggere per saperne di più!

I titoli dei libri di poesia sono importanti?

Naturalmente, la risposta è sì. Il titolo della tua collezione può essere il fattore determinante se la tua collezione diventerà un Best Seller o meno. L’editore E. Haldeman, nel libro “First Hundred Million”, spiega che cambiare solo il titolo del libro può far schizzare un libro da 6.000 copie all’anno a 50.000 copie all’anno.

In altre parole, il titolo della tua raccolta può rendere o rovinare il tuo successo una volta pubblicato. Ciò non significa necessariamente che i libri che non hanno fatto bene sul mercato fossero mal intitolati. Potrebbe anche essere il risultato di altri fattori. Queste cose accadono.

Perché il titolo è importante?

Il titolo del tuo libro è la prima impressione del tuo lettore. È ciò che la gente vede per primo. È ciò che ricorderanno quando andranno in una libreria per fare un acquisto. È ciò che raccomanderanno agli altri quando gli verranno chieste raccomandazioni.

Dicono che è la copertina che è importante. Anche se questo può essere vero, il titolo è altrettanto importante. I lettori potrebbero imbattersi in un titolo e dire: “Oh, sembra interessante, probabilmente dovrei capirlo”. Ecco perché è fondamentale scegliere un titolo che sia abbastanza accattivante da suscitare curiosità.

Elementi di un buon titolo di libro di poesia

Per conoscere un buon titolo per una collezione, il titolo deve essere:

Unico:

Avere un titolo unico è un modo per convincere i lettori a comprare il tuo libro. Immagina di entrare in un negozio e di imbatterti nel titolo “Sulla soglia di un pazzo sano”. Vorrai saperne di più sul libro.

Considera anche titoli come Zen and the moving Mountains, Forever in two seconds, ecc. Sono titoli unici che suscitano curiosità.

Titoli unici catturano l’essenza di un libro senza rivelare cosa c’è dentro. Come l’esempio che ho fatto sopra, si può facilmente capire che il poeta potrebbe non essere necessariamente pazzo, ma molto sta succedendo nella sua testa.

Suscita curiosità nella mente di un lettore:

Ciascuno vuole che il loro lavoro si distingua. In altri per raggiungere questo obiettivo, devi scegliere un titolo che catturi l’attenzione delle persone. Il tuo titolo deve essere tale che quando un lettore lo incontra, è tentato di scoprire cosa c’è dentro.

Prendiamo, ad esempio, I know why the caged birds sing di Maya Angelou. La poesia in sé non parla di uccelli ma di schiavitù. Tuttavia, il titolo è sufficiente per attirare l’attenzione dei lettori. Il tuo titolo dovrebbe essere in grado di evocare domande sul perché cosa o come.

Alcuni altri titoli che possono suscitare curiosità sono: Quando moriamo; perché abbiamo colpito; Nel cuore del mare, dietro la risata senza umorismo; Vedo le domande nei tuoi occhi, ecc.

Facile da ricordare:

I lettori preferiscono titoli a cui possono facilmente fare riferimento nelle loro discussioni. Qualcosa che possono ricordare in un batter d’occhio mentre conversano con gli altri.

Nel cercare di essere unico, cerca di non scegliere un titolo che confonderà i tuoi lettori. A volte titoli lunghi o parole strane saranno difficili da ricordare. Prendi Latte e miele di Rupi Kaur per esempio. È semplice e facile da ricordare.

Autenticità:

Alcuni dei titoli di poesia più coinvolgenti che conosciamo oggi sono autentici. È perché il titolo è venuto naturale al poeta. I titoli sono uno specchio nella mente e nell’intenzione di una poesia. Solo un poeta sa cosa influenza la loro poesia. Quindi, quando scelgono un titolo dal cuore, è più attraente.

Cose che possono influenzare il titolo di un libro di poesie

Una persona

Il titolo della raccolta può essere influenzato da una persona. Nella maggior parte dei casi, potrebbe essere l’amante di un poeta. Oppure, qualcuno che ha influenzato il poeta. Potrebbe anche essere uno sconosciuto che il poeta ha incontrato in un momento del loro viaggio. Un buon esempio è Siren’s Secret, Mr. Bumblebee’s Gold shoe, Aurora’s Diary e Amina Bin Hasan.

Posti

Non si può negare il potere e l’effetto che certi luoghi hanno sugli esseri umani. Puoi intitolare una collezione con il nome di un luogo in cui hai avuto così tanti ricordi. Può anche avere titoli dopo un luogo in cui hai trovato l’ispirazione per scrivere. Ci sono così tante ragioni per cui questo accade ed è l’ideale.

Dove la tua poesia ha impostazioni forti, puoi esplorare anche quello. Ecco alcuni esempi: La regina del deserto dell’Africa sahariana, Amore a Las Vegas, Un giorno a Ibiza; La mia bellezza caraibica; Sotto l’egida del Signore romano, ecc.

Eventi o circostanze

A volte, le persone inventano titoli di libri basati su ciò che sta accadendo nella loro vita in questo momento. Potrebbe anche essere un evento a cui hanno assistito. Non deve essere personale per loro. Esempi sono Children of War and Anger, A time of Bliss, Life with the fuggitives, ecc.

Tema

La maggior parte delle raccolte di poesie non contiene un tema. La maggior parte delle volte, ci sono così tanti temi esplorati nella collezione. Tuttavia, dove il tema generale è simile, è facile trovare un titolo adatto alla raccolta.

In una raccolta in cui il tema generale è l’amore o il romanticismo, è meglio se il titolo riflette il tema. Ad esempio, “Sotto le braccia dell’estasi”. Non ci vuole molto perché un lettore sappia dell’amore e del romanticismo. Le stesse cose si applicano alla tristezza o alla morte.

Forme di titoli di libri di poesia

Il titolo di una poesia può assumere molte forme. Semplicemente non ci sono regole. Siamo in quell’epoca in cui la poesia ha assunto molte forme e forme. Inoltre, i poeti moderni hanno infranto quasi tutte le regole della poesia. La stessa cosa può accadere con il titolo. Ecco varie forme che il titolo del tuo libro di poesie può assumere.

  • Titolo singolo o monosillabico: scegliere un titolo con una sola parola può essere un trucco. Se non hai capito bene, un lettore può lasciare cadere il libro una volta visto il titolo. Se hai intenzione di prendere questa strada, assicurati che la parola sia abbastanza accattivante. Esempi di tali parole includono Untamed; Incendio, incantato; and so on.
  • Linguaggio poetico: Questi sono titoli poetici. Il semplice pronunciarlo dà l’idea che il libro sia una raccolta di poesie. Alcuni esempi: La colpa delle nostre stelle, Di chi suona la campana, Mille splendidi soli, Sotto i narcisi, Racconti dei talebani, e così via.
  • Titolo tematico: Come accennato in precedenza, il tema della tua raccolta di poesie può influenzare il titolo del tuo libro. Temi come la guerra, la vendetta, l’odio, l’amore, la lotta, l’oscurità possono influenzare il titolo. Date un’occhiata ad alcuni di loro: Il dilemma di Daisy, Poesie raccolte d’autunno, Le cose cadono a pezzi, Sogno di una notte di mezza estate. Alcuni degli esempi sono titoli di romanzi, ma possono essere applicati anche alla poesia. Tutto dipende dal tema centrale della tua collezione.
  • Titoli emozionali o evocativi: Alcuni titoli poetici vanno per la giugulare emotiva. Si tratta di titoli che, quando un lettore li incontra, evoca forti emozioni. Alcuni esempi sono; Tutte le parole che non potevo dire, Il giorno in cui sono morto, Canti di dolore.
  • Wordplay: È possibile utilizzare giochi di parole per creare titoli. Considerate Orgoglio e pregiudizio, Nati per morire, Dei miei e uomini, Delle ombre e della luce, per citarne solo alcuni.
  • Parole opposte: usare parole e opposti nel titolo può essere accattivante. Perché i contratti suscitano curiosità. I lettori vogliono sapere perché hai scelto l’argomento. Alcuni esempi sono l’amore e l’odio, La luce nell’oscurità, Lotta e armonia, Giorno e notte, Ieri e oggi, ecc.
  • Citazioni dal libro: forse questa è una delle forme più comuni di poesia Titolo del libro. Stanno semplicemente scegliendo una parola o una frase da una delle poesie nelle opere del libro. Ad esempio, la raccolta di Maya Angelou “And Still I rise” era il titolo di una poesia del suo libro. Lo usava ancora per intitolare un’intera collezione. Ci sono anche titoli come To Kill a Mocking Bird; I loro occhi guardavano Dio , ecc. La lista è infinita.
  • Parole d’azione: Questi sono titoli che usano parole forti. Sono evocativi. Gone Girl, A Game of Thrones, Songs of fire e Ice scatenano la tensione.
  • Detti famosi: puoi anche usare detti popolari per intitolare il tuo libro. Sono frasi dai significati profondi che fanno riflettere. Esempi di tali detti sono; Finché morte non ci separi, per sempre e sempre, essere o non essere. Titoli non convenzionali – essere non convenzionali attira l’attenzione. I titoli non convenzionali fanno dire ai lettori cosa? Prendiamo, ad esempio, Thursday died yesterday, Pineapple Grenade o Do birds dream of Computers. Questi sono titoli non convenzionali a causa del contrasto.

Come trovare un titolo

Brainstorming: La prima cosa da fare è scervellarsi la testa. Vieni con ogni possibile idea che ti viene in mente. Non importa quanto ridicolo ti suoni un titolo, non respingerlo ancora. Passa attraverso le poesie che hai già scritto. Potresti essere sorpreso di ciò che ti viene in mente nel processo.

Puoi scegliere i titoli dai testi delle canzoni, dai contenuti di un libro, da una riga della tua poesia e da frasi popolari. Ci sono così tante idee in giro. Sarebbe meglio se li esplorassi.

Annota i tuoi titoli: Si consiglia di scrivere i titoli immediatamente un’idea viene in mente. Fai una lunga lista in modo da avere molte opzioni tra cui scegliere in seguito.

Eliminare: Dopo aver creato le tue liste, inizia a eliminarle una dopo l’altra. Rimuovi quelli che ritieni non abbiano senso. Seguine uno che potrebbe confondere i potenziali lettori. Restringi l’elenco a cinque. A questo punto, dovrebbe essere facile sceglierne uno.

Chiedi aiuto: Ci sono molte persone a cui chiedere aiuto. A volte le persone hanno idee fantastiche che possono venire loro, ma quelle idee non sono utili. Chiedi ai tuoi amici e familiari di dare suggerimenti. Inoltre, chiedi ad altri scrittori e poeti nella tua cerchia.

Ricerca: Internet ha reso le cose molto facili per noi in questi giorni. Ci sono molti suggerimenti che puoi ottenere da Internet. Guarda i tuoi autori preferiti, controlla altri poeti che non ti sono familiari. Ma tieni presente che non usi un titolo simile. A volte potresti inventare un titolo senza renderti conto di averlo già incontrato.

Titoli generati dal computer: Questo è diventato una cosa tra artisti, scrittori, poeti e creativi. Ci sono software e app che possono aiutarti a creare un titolo. Tuttavia, questo non è sempre consigliabile in quanto potresti scegliere un titolo simile al lavoro di un’altra persona.

Cose da evitare durante la scelta di un titolo

Per quanto tu voglia esplorare ogni strada, ci sono alcune cose che dovresti considerare.

Evita di usare titoli identici:

Non vuoi che i lettori siano confusi quando cercano in rete e arrivano con libri diversi con titoli identici. È stato un problema con “Children of Blood and Bone” di Tomi Adeyemi e Of Blood and Bones” di Nora Robert. Tali conflitti confonderanno i lettori e li scoraggeranno dall’ottenere il tuo libro.

Parole dispregiative o linguaggio Gutter:

A nessuno piace il volgarismo. Non soprattutto lettori di poesia. La poesia è pensata per essere rilassante, divertente, umoristica o educativa. Le parole scioccanti o esplicite possono attirare l’attenzione ma non il tipo di attenzione che desideri.

Resta fedele al tuo genere:

Non ha senso intitolare un libro “l’avvocato del diavolo” quando si scrive un romanzo. O usare “Fair maiden” per una collezione il cui tema ruota attorno alla guerra e al caos. Per quanto possibile, lascia che il titolo rifletta il contenuto del libro.

Temi negativi:

Non c’è bisogno di provocare la sensibilità delle persone con i tuoi titoli. Titoli come “Come uccidere un”, “Non mi piacciono le donne brutte” non sono necessari. Cerca di essere creativo senza essere offensivo.

Nota, alcuni titoli ispirano persino un autore a scrivere. Il titolo potrebbe venire in mente prima di iniziare a scrivere. Quindi, ogni volta che ti viene in mente una frase accattivante o un titolo interessante, assicurati di scriverlo. Ecco un elenco di possibili idee da utilizzare per il titolo del tuo libro:

Una notte araba

Oltre il velo

Sotto la notte stellata

La noce di cocco lascia la canzone.

La ragazza dietro le ombre

Amare e tenere

Conquistato

Invisibile

È successo in estate.

Il solstizio d’inverno

Catturato

Arrenditi, o bruciamo tutti.

La notte in cui hanno colpito

Silenzio nella tempesta

Siamo tutti dei

Colui che non poteva parlare

Il Karma di una madre

Ti piacerà qui.

Il fulmine di Venere

Essere o non essere.

L’elenco non è esaustivo. Puoi trovare e scegliere i tuoi titoli dai luoghi più strani o motivi divertenti. La cosa più importante ha un significato, ed è accattivante.

Conclusione

Il titolo è una delle decisioni di marketing più importanti che prenderai per il tuo libro. Ci sono così tanti buoni libri che potrebbero non diventare mai noti a causa di un titolo sbagliato. Il tuo titolo dovrebbe incuriosire i tuoi lettori. Deve avere un elemento di intrigo.

Infine, trovare il titolo migliore per la tua raccolta di poesie non deve essere complicato. Può essere una delle cose più semplici che fai prima di pubblicare. Scopri qual è il cuore della tua poesia. Quale idea o messaggio vuoi che i tuoi lettori ricevano? Il titolo arriverà una volta che l’avrai capito.

About the Author

CJ grew up admiring books. His family owned a small bookstore throughout his early childhood, and he would spend weekends flipping through book after book, always sure to read the ones that looked the most interesting. Not much has changed since then, except now some of those interesting books he picks off the shelf were designed by his company!