Cosa significa ADHD?

by CJ McDaniel // Settembre 14 // 0 Comments

 

Clinicamente parlando, ADHD sta per disturbo da deficit di attenzione e iperattività.  Originariamente era solo ADD per il disturbo da deficit di attenzione, ma è stato cambiato quando l’iperattività è stata vista come una parte importante del disturbo. Fino a pochi anni fa il modo corretto di presentare entrambi questi era ADD / ADHD, poiché un individuo aveva l’uno o l’altro.  Tuttavia, ora sembra che non siano davvero sicuri, e quindi viene presentato come AD / HD.

Quindi, cosa significa ADHD?

Quelli che sono stati etichettati e soffrono molto direbbero che rappresenta  : una vita di disorganizzazione, dimenticare le cose, una maledizione multi-tasking, un mal di testa, un motivo per prendere farmaci, e sono sicuro molto di più.

Per altri può rappresentare una debolezza, o forse un dono.  Potrebbe essere un motivo per essere diversi o una vita di tentativi di adattarsi.  Potrebbe rappresentare la causa della loro infinita creatività o di molte notti insonni.

Quella parola di quattro lettere rappresenta il 5% della popolazione mondiale; Una fascia demografica di individui ha detto che non sono gli stessi.  Rappresenta uno squilibrio chimico, una differenza di funzione cerebrale e una mancanza di questo o quello.  È una parola di quattro lettere che rappresenta l’identità di qualcuno dopo che gli è stato detto chi sono per tutta la vita.

Quindi, cosa significa ADHD?

Rappresenta i bambini che sono troppo creativi o vivono fuori dagli schemi?  Sta per gli adulti che si sentono falliti perché non possono archiviare il lavoro cartaceo?  Rappresenta le persone che non sono più con noi, perché si sono sentite sole, incomprese e non amate?

Quindi, cosa significa ADHD?

Qualcosa?  Niente?  Un’esperienza?  Un nome?  È inventato?  È reale?

È solo una parola di quattro lettere.  È stato creato per descrivere un’esperienza, ma non è l’esperienza.

La mappa non è il territorio.

L’ADHD potrebbe essere qualsiasi cosa. Sogni felici tutto il giorno.  Tutto il giorno giorni felici.

Sono stato etichettato come l’altro tipo di ADHD, ma l’ho superato essendo 22 anni senza sintomi e farmaci!  Vuoi sapere qualcosa?

Se guardi alcune delle persone più creative e brillanti dei nostri giorni, scoprirai che anche la maggior parte di loro ha ricevuto questa etichetta!  “Cosa sta succedendo?” potreste dire.

Bene, quelli che pensano, quelli che sognano e quelli che vedono le cose in modo diverso hanno difficoltà in un sistema non progettato per l’immaginazione.  Le idee e i sogni portano a più idee e sogni, possono diventare travolgenti e portare a tutti i mal di testa di cui abbiamo parlato.

Tuttavia, cosa succede quando qualcuno si allena a padroneggiarlo? Grandezza umana.

Esseri umani che sembrano fare cose che ci confondono: pianisti che suonano come se tutta la loro vita fosse stata creata per suonare quel pezzo unico, artisti che dipingono con così tanta emozione che senti i colori muoversi e comici che scuotono i limiti sociali e aiutano le persone a liberarsi dai dogmi.

Leggiamo di innovatori e inventori che escogitano nuovi modi per ottenere energia e nuovi modi per sviluppare farmaci per curare i malati.  Vediamo l’impatto degli imprenditori sociali che creano imprese che generano milioni mentre cambiano la vita.  E viviamo come parte dell’evoluzione che i guru dei social media hanno sviluppato mentre cambiano il modo in cui comunichiamo e interagiamo gli uni con gli altri.

Queste persone accelerano il progresso tecnologico di centinaia di anni e spingono in avanti la razza umana.  Questi pensatori, filosofi e mistici ci rivelano idee che avevamo troppa paura di intrattenere, ma che un giorno sono diventate reali.

Queste sono persone di cui leggiamo, e quindi dico cosa significa ADHD?

Direi che dipende da molti fattori, poiché c’è un lato molto più oscuro in questo che pochissimi sono disposti a vedere.  È triste, ma statisticamente l’ADHD rappresenta anche quanto segue:

  • 2-3 volte più probabilità di soffrire di dipendenza
  • 2-3 volte più probabilità di avere una gravidanza adolescenziale
  • 2-3 volte più probabilità di essere violentata per una donna con ADHD
  • 2-3 volte più probabilità di essere arrestati per gli uomini con ADHD
  • 10 volte più probabilità di essere incarcerati per gli uomini con ADHD
  • 10 volte più probabilità di suicidarsi
  • 2-3 volte più probabilità di morire giovani per cause innaturali

Il 40% delle persone in carcere ha l’ADHD e il 50% delle persone con ADHD ha problemi di dipendenza.  

So che queste statistiche possono essere molto deprimenti e tristi, ma rivelano una verità più profonda a cui raramente pensiamo.  L’ADHD può essere un dono, ma senza padroneggiarlo può essere una delle forze più distruttive nella vita di qualcuno.  A causa degli alti tassi di dipendenza, prigione e morte precoce con ADHD, allora dobbiamo renderci conto della triste verità che molte persone con ADHD non ce la fanno.

L’ADHD può purtroppo rappresentare una tremenda sofferenza e morte per tutta la vita.

Dal momento che i tassi di tutte queste cose orribili stanno aumentando, allora dobbiamo renderci conto che le cose non miglioreranno da sole.  Le cose vanno meglio o peggio e non rimangono mai le stesse.  Una delle maggiori sfide con l’ADHD è che ciò che sembra non essere un grosso problema all’inizio della vita tende a cascata man mano che invecchiamo.

Ci sono molte ragioni per questo, ma solo alcune di esse includono maggiori responsabilità, complessità e gli effetti del trauma composto.  Permettetemi di affrontare ciascuno di questi separatamente nella speranza di mostrare come ciò che l’ADHD rappresenta non solo può significare cose diverse per persone diverse, ma può anche significare cose diverse per la stessa persona in momenti diversi della loro vita.

1.) Maggiore responsabilità

Sappiamo tutti che la vita diventa più difficile con l’avanzare dell’età, e con la nostra crescita arrivano più responsabilità.  Penso che tutti noi vorremmo poter riavvolgere l’orologio a quando le nostre uniche responsabilità erano mettere via i nostri snack e tappetini dopo lo spuntino e il pisolino.  L’aumento della responsabilità è naturale, ed è anche la nostra crescita come esseri umani.  Il problema si presenta per la persona ADHD in quanto ciò che funzionava in passato non funziona più in futuro.  La ragione di ciò non è solo una maggiore responsabilità, ma anche la complessità della vita in generale.

2.) Maggiore complessità

Tutti noi abbiamo alcuni meccanismi di coping che ci aiutano ad affrontare le sfide della nostra vita.  Tuttavia, la vita diventa sempre più complessa man mano che invecchiamo.  Gli stessi meccanismi di coping che funzionavano non funzionano più perché ci sono troppe cose che accadono contemporaneamente per destreggiarsi.  La vita diventa sempre più difficile da controllare.

3.) Trauma aggravato

Tutti noi abbiamo un trauma in una forma o nell’altra, e mentre continuiamo a vivere sperimentiamo più cose che ci lasciano traumatizzati.  Gli individui con ADHD sono spesso molto sensibili e hanno maggiori probabilità di subire traumi.  La maggior parte delle persone usa meccanismi di coping per aiutarli ad affrontare i traumi della vita.  Questo diventa sempre meno efficace non solo a causa della maggiore responsabilità e complessità, ma anche a causa di come il trauma tende a comporsi man mano che la somma diventa maggiore delle parti.

È per tutti questi motivi, e per molti altri, che nulla rimane uguale.  Spesso ci illudiamo di pensare che le cose non peggioreranno di quello che sono, ma la verità è che se non agiamo per migliorare le nostre vite, le cose peggioreranno.

Il più grande consiglio che ho a chiunque stia lottando con l’ADHD e cerchi di trovare un significato in esso è che ciò di cui ha bisogno è una vita di crescita costante.  Le persone cercano sempre di capire come sia possibile che io sia stato in grado di essere 22 anni senza sintomi e medicine, ma la risposta è ovvia: una crescita costante e inarrestabile.

Dobbiamo imparare ad essere onesti con noi stessi su dove siamo e sui pericoli che ci attendono se non facciamo nulla per migliorare le nostre circostanze.  Dobbiamo essere disposti ad affrontare il nostro dolore e le nostre lotte e lavorare sui problemi fondamentali che ci causano così tante difficoltà.  Se non lo facciamo, allora perderemo costantemente terreno in quella che sembrerà la battaglia persa delle nostre vite.

Il segreto del mio successo e del successo degli altri non è sexy, ma è semplice.  Crescita personale radicale.

Ho studiato la consapevolezza e letto libri di aiuto personale da quando avevo 5-6 anni.  Non ho mai mollato quel viaggio, e ho continuato ad andare avanti anche quando sembrava che stessi andando abbastanza bene.  Dobbiamo cercare di essere implacabili e non mollare mai.

Il momento in cui ci lasciamo andare è il momento in cui iniziamo a ricadere nei vecchi schemi.

L’ADHD è qualunque cosa tu faccia essere.  Per me, lo vedo come Dimensioni Avanzate dello Sviluppo Umano.

Lo vedo come quella parte di noi che è in continua evoluzione.   E non preoccuparti, ne facciamo tutti parte.  La creatività è qualcosa che tutti abbiamo, ma richiede che tu creda.

Credere in cosa?

Credi in te stesso!

Questo è ciò che manca.  Sì, è vero che è molto importante rimanere radicati e imparare ad avere padronanza delle proprie emozioni.   Tuttavia, devi iniziare stando dalla tua parte.  Inizia credendo in chi sei e nel potere che vive dentro di te per fare cose incredibili.

Quindi, cosa significa ADHD?

Dipende da te.  Cos’è che vuoi che la tua vita rappresenti?  Crea un acronimo e lo vivi.  Se abbiamo bisogno di etichette, allora perché non dartene una positiva.

Ti ritrovi a usarlo spesso, come il tuo nome, quindi usalo come strumento per portarti dove vuoi andare.

Quello che vuoi è lì proprio sotto di te, ma devi difenderlo .   Devi incarnarlo.

Quando lo farai,


capirai,


e col tempo vivrai.

Crea l’acronimo e pubblicane un video qui.

About the Author

CJ grew up admiring books. His family owned a small bookstore throughout his early childhood, and he would spend weekends flipping through book after book, always sure to read the ones that looked the most interesting. Not much has changed since then, except now some of those interesting books he picks off the shelf were designed by his company!