Metti in corsivo i titoli delle poesie? Suggerimenti per gli autori

by CJ McDaniel // Marzo 7 // 0 Comments

Ci sono regole nella scrittura, in generale, che ogni autore deve conoscere.

Potrebbe essere necessario mettere in corsivo i titoli dei film o utilizzare altri mezzi per enfatizzare un titolo. Chiunque si imbatta nelle parole in corsivo saprebbe che è un titolo. Questa è anche l’essenza del corsivo.

Ora, ecco la domanda che ha generato alcuni accesi dibattiti tra gli scrittori

Metti in corsivo i titoli delle poesie?

Sì, puoi scrivere il titolo della poesia in corsivo. Potrebbe anche essere necessario sottolineare il titolo anziché il corsivo.

Il corsivo è usato per le poesie lunghe. Ed è più facile mettere in corsivo le parole quando si scrive su un computer. Se stai scrivendo su carta o pennarello, non mettere in corsivo. Sottolinea invece il titolo.

Sottolineare il titolo di una poesia è simile al corsivo? Sì lo è. Lo scopo di utilizzare entrambi è quello di renderli diversi dalle altre parole.

Un esempio di un singolo ma lungo poema il cui titolo deve essere in corsivo è L’Odissea. Altri esempi includono l’Iliade o l’Eneide.

La regola per determinare se è necessario mettere in corsivo il titolo della poesia è che la lunghezza della poesia è soggettiva. Se la poesia è lunga un libro, puoi metterla in corsivo. Usa le virgolette sul titolo della poesia se è lungo un libro.

Quindi, questa è la risposta. Tuttavia, abbiamo altro in serbo per te su questo argomento. Continua a leggere per scoprirlo.

Quando non usare il corsivo per i titoli delle poesie

Abbiamo già fatto luce su questo argomento, ma non c’è niente di sbagliato nel rivisitarlo.

Se la poesia è breve, non si mette in corsivo il titolo. Utilizzare invece le virgolette. Come regola generale, le virgolette sono ideali per articoli più brevi. È usato per capitoli di libri, poesie brevi, racconti, articoli e saggi.

Un altro motivo per cui non puoi usare le virgolette è quando le poesie non sono autonome. Le poesie brevi di solito vengono in un corpo di lavoro o raccolta. Si presentano come un’antologia o una raccolta di poesie.

Lo stesso vale per gli articoli che vengono pubblicati su riviste. Non troverai capitoli di un’opera pubblicata come stand-alone. Al contrario, pubblichi diversi capitoli di un libro come un singolo documento.

Perché hai bisogno di mettere in corsivo i titoli delle poesie?

Molto tempo prima d’ora, c’era poco o nessun brusio sulla formattazione dei documenti digitati. Al giorno d’oggi, usiamo corsivo, virgolette, testo in grassetto e sottolineatura per enfatizzare il testo.

L’essenza del corsivo per i titoli delle poesie è farli risaltare dagli altri testi. Con il corsivo, il testo diventa diverso dalle altre parole circostanti. Quindi, attira l’attenzione del lettore sul testo in corsivo.

Tuttavia, il corsivo non ha un effetto molto evidente. È sottile rispetto all’uso di testo in grassetto o di una sottolineatura per enfatizzare determinate parole. E a causa di queste regole specifiche riguardanti il loro uso, il corsivo è ancora utile per gli scrittori.

L’uso della sottolineatura al posto del corsivo per scrivere i titoli delle poesie

Sebbene la sottolineatura al posto del corsivo sia accettabile per i titoli delle poesie, è in qualche modo obsoleta. La pratica era comune quando le macchine da scrivere e i documenti scritti a mano erano di tendenza. Quindi, le macchine da scrivere non avevano la possibilità di mettere in corsivo.

Inoltre, non sarebbe facile indicare un testo in corsivo in un documento scritto a mano. È difficile farlo, poiché la calligrafia di alcune persone appare inclinata. Con quale grafia, come si può allora differenziare il testo in corsivo effettivo dal testo unificato?

Con l’uso di computer e word processor, ora è più facile mettere in corsivo. Tutto quello che devi fare è evidenziare il testo che vuoi mettere in corsivo e fare clic sull’icona Corsivo in Microsoft Word. In alternativa, tieni premuto il tasto Ctrl e premi la lettera “I” sulla tastiera e il testo evidenziato sarà in corsivo.

Metti in corsivo i titoli delle poesie in APA?

APA è uno stile di documentazione introdotto dall’American Psychological Association. Lo stile di riferimento è comune alla sociologia, alla psicologia, alla filosofia, all’antropologia, all’educazione, ecc.

Con lo stile di riferimento APA, c’è la citazione nel testo e quella che trovi nella pagina di riferimento del tuo documento. A ciascuno di essi si applicano regole diverse. Un’altra differenza è che la citazione nel testo si concentra su un’opera alla volta mentre scrivi. È la pagina di riferimento che elenca tutte le opere che hai consultato nel tuo lavoro.

Se si utilizza lo stile APA, la citazione nel testo richiede il corsivo per un titolo di opera autonomo. Quindi, devi mettere in corsivo il titolo di una poesia autonoma o di una raccolta di poesie.

Quando si cita una poesia nel testo, il formato APA è quello di scrivere tra parentesi tonde il nome dell’autore, l’anno di pubblicazione, seguito dalla pagina. Un esempio potrebbe essere (John, 1995, p.43)

La regola per una citazione nel testo è leggermente diversa per la pagina di riferimento. Se fai riferimento al titolo di una poesia nella pagina di riferimento, dovresti anche mettere in corsivo una poesia lunga o autonoma. La differenza sta nelle poesie più brevi che fanno parte di un’opera completa.

In questo caso, dovresti scrivere il titolo della poesia così com’è. Che lo sia, dovrebbe essere nella sua forma originale senza virgolette e corsivo.

Metti in corsivo i titoli delle poesie in MLA?

MLA è un altro stile di citazione introdotto dalla Modern Language Association. È uno stile di riferimento comune a discipline come la letteratura e le discipline umanistiche.

Lo stile, come l’APA, ha anche una citazione nel testo. Alla fine del documento, c’è un elenco completo di tutti i lavori citati.

Per le citazioni nel testo usando questo stile, metti in corsivo il titolo della poesia dove si tratta di una lunga poesia o raccolta di poesie. Quando la poesia è una breve poesia e parte di un’opera completa, si usano le virgolette.

Quando citi un lungo scritto, scrivi il nome dell’autore, iniziando con il cognome e il nome. Dopo di che, scrivi il titolo della poesia in corsivo, la città in cui è stata pubblicata, il nome dell’editore e l’anno di pubblicazione.

Quando si cita una breve poesia che fa parte di una raccolta o di un’antologia, si inizia anche con il cognome e il nome dell’autore. La prossima cosa sarebbe scrivere il titolo del breve poema tra virgolette, seguito dal titolo della raccolta o dell’antologia in corsivo. Dopo di che, aggiungi l’editore, la città in cui è stato pubblicato, il nome dell’editore e l’anno di pubblicazione.

Metti in corsivo il titolo di una poesia in stile Chicago?

Lo stile di Chicago è uno stile di riferimento attribuito alla University of Chicago Press. Conta come uno degli stili di riferimento comuni negli Stati Uniti. Questo stile è anche peculiare di discipline come le scienze sociali, gli affari, le belle arti, la storia.

Lo stile Chicago non fa alcuna differenza quando lo citi nel corpo della scrittura. Che si tratti di un libro, di un articolo, di una raccolta di poesie o di una breve poesia, la citazione segue lo stesso processo.

Un modo semplice per citare nel corpo del pezzo scritto tramite questo stile è fornire il nome dell’autore e l’anno di pubblicazione in paragrafi rotondi.

La distinzione nel citare opere diverse è applicabile solo nella Reference List, che si trova alla fine del documento. Nell’elenco di riferimento, è necessario fornire tutti i dettagli delle opere citate. Quindi, è qui che dovresti fornire il titolo della poesia.

Nell’elenco di riferimento, il titolo dei libri e delle opere lunghe è in corsivo. Quindi, se la poesia è una raccolta di poesie o una singola poesia abbastanza lunga da essere una poesia autonoma, deve essere in corsivo. Se si tratta di una breve poesia e parte di una raccolta, il titolo deve essere tra virgolette.

Titoli di poesie: cosa devi sapere

Il titolo di una poesia è di solito la prima cosa che il lettore vede. Gli autori mettono il titolo sulla copertina del loro libro, sia che si tratti di una poesia lunga o autonoma. Per poesie più brevi, le troverai in cima.

Poiché è la prima cosa che un lettore vedrà, lo scrittore passa anche molto tempo a trovare un titolo eccellente per la poesia. La pratica regolare è quella di scrivere le prime lettere delle parole nel titolo in lettere maiuscole. Sono solo gli articoli all’interno del titolo che non apparirebbero in lettere maiuscole.

In un senso reale, scrivere il titolo della poesia è di solito più impegnativo che scrivere la poesia stessa. Lo scrittore vorrebbe trovare un titolo che catturi l’interesse del lettore. Dal titolo, un lettore dovrebbe voler leggere la poesia. Un titolo scadente potrebbe danneggiare l’accettabilità della poesia, anche quando il contenuto è eccellente.

Conclusione

Indipendentemente dallo stile che stai usando nella tua scrittura, il corsivo ha delle regole che devi seguire rigorosamente. In primo luogo, mettere in corsivo lunghi pezzi di scrittura e mettere brevi poesie tra virgolette. A parte queste differenze, la regola è la stessa in tutti gli stili.

About the Author

CJ grew up admiring books. His family owned a small bookstore throughout his early childhood, and he would spend weekends flipping through book after book, always sure to read the ones that looked the most interesting. Not much has changed since then, except now some of those interesting books he picks off the shelf were designed by his company!